“A nation that isn’t broken, but simply unfinished” — “una nazione che non si è spezzata, ma che è semplicemente incompiuta.” Queste parole, pronunciate con intensità e passione dalla giovane poeta Amanda Gorman alla cerimonia di giuramento del 46° presidente degli Stati Uniti d’America, riassumono lo spirito della democrazia americana. Uno spirito che noi europei spesso fatichiamo a comprendere, più infastiditi dalla retorica con cui si esprime che ricettivi rispetto ai principi e alle promesse che afferma.

La poesia di Amanda Gorman, The Hill We Climb, scritta la notte dopo l’assalto al Campidoglio da parte della folla incattivita dei sostenitori…


Torna il seminario annuale del Centro Arendt. Di seguito il programma e la nota introduttiva.

Assumendo come oggetto di studio la sfera degli affari umani, contingente e mutevole per definizione, la filosofia politica è sempre stata attraversata dalla tensione tra la filosofia come disciplina, da una parte, e dall’altra come pratica di pensiero vivo. Il ciclo di seminari “Oltre il governo e la sovranità, verso nuove istituzioni della politica”, vuole “abitare consapevolmente” questa tensione, assumendola come premessa metodologica. L’intento è infatti quello di mettere il lessico della tradizione filosofico-politica occidentale alla prova delle inedite sfide della fase attuale quali il…


«Gli uomini anche se devono morire, non sono nati per morire ma per ricominciare».

«Gli uomini anche se devono morire, non sono nati per morire ma per ricominciare».

Con questa citazione da Vita Activa, Papa Francesco inizia il suo discorso di auguri natalizi alla Curia romana lo scorso 21 dicembre. Passato sotto silenzio nei media italiani, il discorso è, al pari della recente Enciclica Fratelli tutti (che abbiamo discusso alcune settimane fa insieme agli amici della Fondazione Nigrizia ), di notevole forza politica.

Per Arendt, nota Francesco, “il miracolo che preserva il mondo, la sfera delle faccende umane, dalla…


Adriana Cavarero, De homine et foemina (1993)

27 anni fa, il 7 Maggio 1993, Adriana Cavarero teneva a Cattolica, nella rassegna IDOLI, una conferenza intitolata De homine et foemina.

Perché riproporla oggi ?

Adriana Cavarero è tra le fondatrici del pensiero della differenza sessuale, e nelle sue ricerche ha fatto emergere le irrisolte questioni di genere nella tradizione filosofica. Se nel suo intervento a Cattolica teorizzava che “Homo et foemina sono, per il discorso della tradizione, termini di una coppia squilibrata: denotando il primo quell’umana “sostanza” di cui il secondo è specificazione inferiorizzante”, in tempi più recenti parlando di…


Presentazione di Olivia Guaraldo

“Falling stat(u)e” è il titolo di un seminario che si è svolto in 6 novembre on-line (e in parte in presenza presso il Polo Santa Marta dell’università di Verona), grazie una collaborazione fra il Centro Arendt e il laboratorio antirazzista dell’Università di Ferrara. L’evento — che è possibile rivedere qui — , è parte del cartellone Contemporanea, un nuovo format culturale ideato dall’Università di Verona.

L’idea di interrogare lo spazio pubblico a partire dai modi in cui in esso la storia è ricordata e celebrata è nata a seguito delle recenti proteste di piazza contro diverse…


Intervento letto da Giacomo Mormino in occasione del convegno Falling Stat(u)e

Dopo una giornata così densa di interventi su spazio pubblico, storia e memoria è difficile non accumulare ridondanze su quanto prima è stato già ben detto e con estrema precisione definito. Proverò comunque a far risuonare in questa discussione corale alcune assonanze che provengono dai miei ambiti di ricerca, che da diversi anni si concentrano sulle trasformazioni tecniche e politiche della guerra.

Parlare di statue cominciando a discutere di guerra non deve sembrare anodino per due ordini di ragioni: la prima, più evidente spiegazione riguarda la glorificazione del passato…


Relazione letta da Daniele Bassi in occasione di Falling Statue. Spazio Pubblico, significato, identità del 6 Novembre 2020.

Lo scorso giugno, mentre al grido di black lives matter numerose statue di confederati e schiavisti venivano abbattute in tutti gli Stati Uniti, tanto da portare Trump a firmare un ordine esecutivo in grado di condannare fino a dieci anni di carcere chi danneggia un monumento, anche in Europa l’onda lunga di quel movimento si faceva sentire e vedere con forza. Pure nel vecchio continente, infatti, si inasprivano i toni del dibattitto pubblico: in Francia, per esempio, in un discorso intriso di…


Relazione letta da Valentina Moro in occasione del convegno Falling Statue all’Università di Verona del 6 Novembre 2020

Vorrei, in questa sede, aprire una breve riflessione sull’idea di spazio pubblico, e in particolare sulla presunta connotazione neutra (e neutrale) di questo lemma. Mi sono confrontata con questo tema anche nel corso della mia ricerca di dottorato, che guardava allo spazio pubblico dei teatri antichi e, in particolare, alla politicità del linguaggio tragico di Sofocle.

Nell’Atene classica risultava evidente come lo spazio pubblico e la presa di parola che in esso avveniva fossero pienamente caratterizzati da una teatralità. Il teatro era…


Su Democrazia Sorgiva di Adriana Cavarero

Per non consegnare ogni tentativo emancipatorio al regno della ripetizione e della sua rappresentazione, non è forse senza interesse domandarci, a dieci anni dalle primavere arabe e nel momento in cui una nuova congiuntura (soprattutto negli Stati Uniti) sembra riportare importanti movimenti di protesta nel cuore delle metropoli mondiali, cosa resta di tutti questi assembramenti politici. Di certo non saranno i risultati politici sperati, né le trasformazioni politiche ottenute dalla piazza, a offrire una valida controprova storica alla più scandalosa delle questioni politiche già da secoli posta: che senso ha insorgere? La sequela di…

Arendt Center

Centro di studi politici Hannah Arendt, Dipartimento di Scienze Umane, Università di Verona

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store